Concerti con guida all'ascolto
a cura di Pier Paolo Bellini

“Un cuore di bambino”


 

Programma

Antonin Dvoràk
(1841 – 1904)

Trio opera 90 “Dumky” (1894)

1. Lento maestoso / Allegro quasi doppio movimento / Tempo I / Allegro
2. Poco Adagio / Vivace non troppo
3. Andante /Vivace non troppo / Andante
4. Andante moderato (Quasi tempo di Marcia) Allegretto scherzando / Tempo I / Allegro
5. Allegro
6. Lento Maestoso / Vivace – Quasi doppio movimento / Lento / Vivace.
 

SchuberTrio
Giulio Giurato, pianoforte
Roberto Noferini, violino
Andrea Noferini, violoncello

Guida all’ascolto a cura di
Pier Paolo Bellini
 

Un cuore di bambino
Luigi Giussani


 


Ascoltando questi brani di Dvorák, brevi ma intensi e puri come l’aria rarefatta di montagna, non si può che ritornare bambini. Dvorák incarna un cuore di bambino che si riempie di emozioni e di idee, quasi realizzando l’invito evangelico: “Ti benedico, Padre, perché hai nascosto queste cose ai sapienti e agli intelligenti, e le hai rivelate ai piccoli”.
Quello che occorre per gustare questa musica è essere piccoli così, cioè semplici di cuore o poveri di spirito. Povero è colui che riconosce di non avere nulla: io non sono niente, Tu – Mistero che fai tutte le cose – sei. Si chiama domanda l’espressione della propria povertà.
Così la semplicità ci pone di fronte alla verità con la domanda che si avveri, perché essa è così corrispondente alla nostra natura che non c’è possibilità alcuna di interferire con nulla: rimane soltanto la domanda che avvenga e questa è la semplicità, come di bambino.
 


(Tratto dalla nota introduttiva del libretto del CD della Collana "Spirto Gentil")
 

Concerti con guida all'ascolto